Le batterie usate secondo Volkswagen a Salzgitter

editor
Da editor Aprile 29, 2021 14:00 Aggiornato

Le batterie usate secondo Volkswagen a Salzgitter

Volkswagen ha preparato una linea in grado di riciclare le batterie, nello stabilimento di Salzgitter.

Infatti le materie prime utilizzate per produrre le batterie sono buone anche se riutilizzate.

Tanto è vero che Volkswagen, il costruttore europeo che più di tutti sta investendo nell’ elettromobilità, ha già avviato un programma per il riciclaggio delle batterie delle vetture elettriche che non possono avere una “seconda vita”. Cioè quelle batterie che non possono essere riutilizzate per altre funzioni.

Il primo impianto che se ne occuperà è quello di Salzgitter, nel sud-est della Bassa Sassonia. Qui è stata inaugurata una linea dedicata al riciclo degli accumulatori. L’ obiettivo è di recuperare oltre il 90% dei materiali adoperati.

Thomas Schmall

Thomas Schmall, membro del consiglio di amministrazione di Volkswagen AG, divisione tecnica ha sottolineato che “Volkswagen Group Components ha compiuto un ulteriore passo avanti nella sua responsabilità end-to-end sostenibile per la batteria, componente chiave della mobilità elettrica. Stiamo implementando il ciclo sostenibile dei materiali riciclabili. Inoltre svolgiamo un ruolo pionieristico nel settore per una questione orientata al futuro e con un grande potenziale per la protezione del clima e la fornitura di materie prime”.

La linea pilota di Salzgitter potrebbe riciclare fino a 3.600 batterie l’ anno, per un peso complessivo di circa 1.500 tonnellate. Una capacità destinata ad aumentare via via che crescerà la quota di mercato delle auto elettriche.

Inoltre Volkswagen precisa che il processo di riciclaggio opera a basse temperature. Per questo motivo non ha bisogno di una grande quantità di energia. Pertanto non ha grande impatto in termini di CO2 emessa.

Secondo la casa tedesca, riciclare le batterie consente un risparmio di CO2 calcolato in circa 1,3 tonnellate per una batteria da 62 kWh, prodotta utilizzando catodi realizzati con materiale riciclato e servendosi di elettricità da fonti sostenibili.

Mark Möller

Mark Möller, capo della Business Unit Technical Development & E-Mobility spiega che “I componenti essenziali delle vecchie celle della batteria possono essere utilizzati per produrre nuovo materiale catodico. Dalla ricerca, sappiamo che le materie prime delle batterie riciclate sono altrettanto efficienti come quelle nuove. In futuro, intendiamo supportare la nostra produzione di celle di batteria con il materiale che recuperiamo. Dato che la domanda di batterie e delle relative materie prime aumenterà drasticamente, possiamo fare buon uso di ogni grammo di materiale riciclato”.

Fonte:

editor
Da editor Aprile 29, 2021 14:00 Aggiornato
Scrivi un commento

Nessun commento

Ancora nessun commento!

Non ci sono ancora commenti ma potresti essere il primo a commentare questo articolo.

Scrivi un commento
Vedi commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi obbligatori sono segnati con *