Germania nuovo regime fiscale per le auto elettriche

Germania nuovo regime fiscale per le auto elettriche
Germania nuovo regime fiscale per le auto elettriche

La Germania ha varato un nuovo quadro fiscale in modo da favorire la diffusione dei veicoli elettrici.

Infatti il Ministero delle Finanze ha approvato un progetto di legge per modificare le aliquote sui veicoli e imporre tasse più alte sulle vetture con maggiori emissioni di anidride carbonica.

In questo momento è in vigore un’aliquota fiscale di 2 euro per ogni grammo/chilometro di CO2 emessa, oltre la soglia dei 95 grammi.

Con il nuovo progetto di legge, la tassa resterà di 2 euro fino ai 115 grammi. Successivamente salirà fino ad arrivare ai 4 euro per i veicoli con emissioni superiori ai 195 grammi.

In pratica il ministero dice “maggiore è il valore della CO2, maggiore è l’aliquota fiscale. Quindi si tratta di un incentivo più forte ai veicoli a basse emissioni”.

Nuove disposizioni

Quindi le nuove disposizioni di Berlino sono particolarmente favorevoli per le vetture a zero od a basse emissioni.

Chi acquisterà auto al di sotto dei 95 grammi/chilometro di CO2 emessa non pagherà nessuna aliquota aggiuntiva, ma riceverà anche un credito di imposta di 30 euro, per un massimo di 5 anni, in caso di immatricolazione del veicolo dal 12 giugno 2020 al 31 dicembre 2024.

Le auto elettriche saranno completamente esenti da tasse fino alla fine del 2030.

Oggi l’esclusione riguarda, per una durata di 10 anni, auto a batteria o convertite in elettriche immatricolate entro il 31 dicembre 2020. Nel nuovo regime fiscale si applicherà a tutte le immatricolazioni effettuate fino al 31 dicembre 2030.

Il disegno di legge va letto nel quadro del pacchetto di stimoli economici da 130 miliardi di euro definito dai partiti della coalizione di governo, che ha incluso una serie di misure a favore delle auto elettriche, a partire da un raddoppio degli incentivi all’acquisto.

Conclusione

Nel complesso, le decisioni prese a Berlino stanno incontrando il favore del settore automobilistico tedesco.

La VDA, Associazione tedesca dell’industria automobilistica, ritiene il nuovo regime fiscale un “giusto compromesso” tra le istanze dei costruttori e gli obiettivi di protezione del clima fissati dalle istituzioni tedesche.

E aggiunge che rappresenta anche “una misura importante per sostenere l’ulteriore aumento della mobilità elettrica”.

Fonte:

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *